Questo sito utilizza i cookie di terze parti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Facebook

Twitter

Visitatori

2839343
Oggi
Ieri
Settimana
Mese
301
1567
6259
23805

Calendario Eventi

Ottobre 2017
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Ora e meteo

Guardia Sanframondi °C
  20.10.2017 Wetter Ostsee

Bollettino dell'Assunta

Bollettino

Social Web

Vieni a trovarci su
Facebook, Twitter e YouTube
Facebook-Buttons-1-10-1social twitter box blue 512youtube

Santo e Liturgia del giorno

 

Prossimi Eventi

No Calendar Events Found or Calendar not set to Public.
Ultime notizie :
Online il nuovo numero del Bollettino dell'Assunta Dicembre 2016/Gennaio 2017...corri a leggerlo!
GRUPPO PADRE PIO - Ogni primo venerdì del mese ore 17:30 presso la chiesa di San Sebastiano
GRUPPO FAMIGLIA - Ogni terzo sabato del mese alle ore 19:00 nei locali parrocchiali
ADORAZIONE EUCARISTICA - Ore 17:30 Chiesa di San Sebastiano - Ogni ultimo giovedì del mese
VEGLIA all'ASSUNTA - Ogni primo sabato del mese alle ore 21:00 presso il Santuario dell'Assunta

presentazione giovenaleGiovedì 17 Agosto 2017 alle ore 19:00 presso il Cortile Parrocchiale del Santuario dell'Assunta in Guardia Sanframondi (Bn), ci sarà la presentazione del monumento dedicato ai Riti Settennali intitolato "Il Paradosso del Sangue", realizzato dall'artista-medico Giovenale Tresca.

Giovenale Tresca è medico con cuore da artista: da oltre un trentennio “affianca all’ospedale i colori dei suoi mondi invisibili, le sagome delle sue angeliche figure che rivelano l’indicibile” come ha detto il sindaco di Benevento, città dove vive e lavora, in occasione di una delle moltissime esposizioni dei suoi dipinti che rendono omaggio alla città sannita. Ginecologo presso il Fatebenefratelli di Benevento, Giovenale è anche un artista conosciuto e apprezzato dalla critica e dal pubblico italiano e straniero. A chi gli chieda come sia il suo “stare a metà fra il medico e il pittore” risponde così: Medici ed artisti hanno un unico protettore, San Luca. Entrambi riabilitano e riscattano l’uomo, gli restituiscono la libertà di camminare con le proprie gambe, di riappropriarsi delle proprie idee”. Per Giovenale l’arte non dovrebbe essere confinata nelle gallerie ma entrare anche nei luoghi di cura. “La bellezza e i colori hanno un grande impatto sul benessere psicofisico delle persone e il mio sogno è quello di portare il colore dei miei quadri negli ospedali dove penso dovrebbero essere organizzate delle mostre permanenti di pittura”. Un sogno che potrebbe realizzarsi presto al Policlinico Gemelli di Roma dove è in programma l’esposizione di alcune sue opere. A settembre intanto potremo ammirare “Il profumo dell'anima”, l’opera che ha realizzato per lo stand Aogoi ad Expo.

L'artista descrive così la sua opera:
"Il Cristianesimo è la religione del san­gue almeno per due motivi: perché al sangue è legata la carnalità e il Dio cristiano ha tanto amato l'uomo da farsi sangue e carne; e perché con il sangue Dio lo ha redento. Ma il sangue, pur nella sua fluidità, è ciò che richiama la stabilità dell'amo­re e la definitività del dono. Il sangue è ciò che attiene alla vita, ma è an­che ciò che è mosso dal cuore, sim­bolo - non a caso - dell'amore. Il sangue richiama la sofferenza e il sacrificio...e - si sa - non può esserci vero amore senza sofferenza e senza sacrificio. Il sangue, quando è versato per amo­re, può divenire la roccia dell'eterno e immutabile Vero su cui fondare la propria vita. Il paradosso del sangue: la fluidità che si trasforma nella rocciosa defi­nitività dell'amore."

Siete tutti invitati a partecipare.